Blog


WEDDINLOVE - HAI IL CORAGGIO DI OSARE?

Marryadress, il suo acronimo è MAD, che in inglese vuol dire "matto". Si, matti nel senso buono del termine, di quelli a cui piace rovesciare il tavolo, rompere le regole per dare vita a progetti intelligenti e illuminati. E di matti veri come noi ne conosciamo tanti, e quelli che ci sentiamo di segnalarvi in tema di fotografi, sono i ragazzi di “Weddinlove”. Fotografi eccelsi nel catturare con maestria quegli attimi fugaci in cui gli sposi si dimostrano tutto il loro amore nella maniera più spontanea.

Non chiedetegli foto impostate, foto del bouquet, foto standard, perché non ve le faranno. Immortaleranno la vostra gioia e degli invitati, mettendo in luce o in ombra (in base alle vostre forme) le emozioni, i sentimenti, il divertimento del giorno più bello della vostra vita... perché le foto standard le sanno fare quasi tutti, l'emozione vera, autentica di un momento può essere ritratta solo da dei veri artisti

E per chiudere con una citazione, ecco quello che secondo noi sono in grado di fare i ragazzi di “Weddinlove”:

“Non è dove prendi le cose, ma dove le porti” - Jean-Luc Godard

http://www.fotografo-matrimonio-milano.it/

 

 



Social media:
Facebook:   @Marryadress
Instagram:   @marryadress



VANITY FAIR PARLA DI MARRYADRESS

Al debutto il rivoluzionario marketplace italiano che opera nel mondo del wedding, per comprare e vendere abiti da sposa nuovi e usati. Modello ragionato e creativo di sharing economy, forma di business che guarda al futuro e luogo d’incontro tra sogni e affari. Il suo fondatore? Una donna... 

Si chiama Marryadress e l’ha ideato Francesca Manfredi, PR 34enne, esperta di moda e marketing, follower addicted di Kate Middleton e della famiglia reale inglese, fermamente convinta che le donne debbano aiutarsi l’una con l’altra e, dulcis in fundo, appassionata di abiti da sposa. Unisci gli ingredienti, agita il tutto e ottieni il nuovo marketplace italiano dedicato al mondo del matrimonio. Marryadress è una start up intelligente, concepita dalle menti fidate di chi se ne intende di immagine e di strategie di mercato, curata in ogni minimo dettaglio (a Francesca si sono affiancati nel progetto il fratello Luigi, anima imprenditoriale e Davide Cirelli, esperto di finanza internazionale).

Su questo innovativo canale di vendita è possibile comprare e vendere abiti da sposa nuovi o usati (se così si può definire un vestito che è stato indossato per mezza giornata o giù di lì…) e accessori da cerimonia. Cos’ha di speciale? Per prima cosa, il business avviene direttamente tra donne, senza nessun intermediario: vedi un abito che ti piace tra quelli pubblicati sul sito (previo il benestare della sua fondatrice che, come già detto, è una che ne capisce davvero!), contatti la proprietaria, vi incontrate, fai le dovute prove, chiedi informazioni occhi negli occhi della persona che per prima quell’abito lo ha amato e custodito e poi decidi.

Chi acquista è felice perché i prezzi sono notevolmente scontati rispetto ai cartellini di listino. Chi vende è felice perché, oltre a contribuire alla gioia di una futura sposa, trasforma una presenza ormai ingombrante in moneta sonante e con il guadagno può permettersi di comprare la it-bag di stagione o di volare alle Maldive. L’ambiente è felice perché viene restituita nuova vita a un abito inutilizzato. L’economia è felice perché qui si parla di sogni, ma anche di sharing economy, modello di business lanciato da Australia e Stati Uniti, dove vale 85milioni di dollari di fatturato.

A poco più di un mese dal suo debutto, Marryadress sta riscuotendo grande successo: finalmente anche le spose made in Italy stanno realizzando di tenere immobilizzato un capitale e di possedere un vero e proprio tesoretto chiuso nel guardaroba. Anche perché nella quasi totalità dei matrimoni nostrani, le creazioni indossate hanno marchi importanti e una fattura eccezionale.

Su Marryadress ti può capitare di imbatterti in abiti con una storia speciale, come quello di Nadège: una sarta première parigina, che ha lavorato per i più grandi stilisti di moda, le fa scoprire il mondo affascinante dei distributori di tessuti preziosi. Lei, con un occhio attento, sceglie una pregiata seta utilizzata anche dalla Maison Valentino. L’abito che nasce è un pezzo unico nel vero senso della parola: un solo taglio di stoffa per la gonna e lo strascico di più di tre metri, come si facevano una volta i grandi couturier. Un capolavoro che la sua proprietaria ha deciso di mettere a disposizione di un’altra sposa, perché un sogno non è mai di seconda mano!

Altro punto in favore della piattaforma è il fatto, unico in questo settore, che ciò che si acquista si paga in contanti direttamente al venditore. A settembre verranno attivate delle funzioni a pagamento: sarà sempre possibile pubblicare la propria inserzione gratuitamente, ma a chi lo desidera verrà data l’opportunità di ritrovare il proprio annuncio in evidenza nella newsletter o nel blog, previo il versamento di una piccola somma.

Marryadress ha debuttato lo scorso marzo, il giorno 22 (che nella smorfia napoletana rappresenta O’pazz). Il suo acronimo è MAD (che in inglese significa Pazzo). L’augurio che si legge entrando nel sito riassume la sua storia e la sua filosofia: «Un gioco di parole, un segno del destino, un team di pazzi che credono nei giovani e investono su un’idea nuova, rivoluzionaria, che farà felici le donne! Benvenuto Marryadress e che la pazzia buona, quella dei folli che rompono le regole e che, soprattutto, non hanno paura di cambiare il mondo, sia sempre con te!».

https://www.vanityfair.it/fashion/news-fashion/2017/05/05/abiti-sposa-usati-vendita-online-marryadress-start-up

 

 



Social media:
Facebook:   @Marryadress
Instagram:   @marryadress



22 mar 2017

22 MARZO! BENVENUTO MARRYADRESS

Nella smorfia napoletana il 22 rappresenta O’pazz, (il Pazzo).
L’acronimo di MARRYADRESS è MAD che in inglese vuol dire “Pazzo”.
Non sarà un caso che Marryadress debutta proprio il giorno 22!

Un gioco di parole, il segno del destino, un team di pazzi che credono nei giovani e investono su un’idea nuova, rivoluzionaria che farà felici le donne! Benvenuto Marryadress, e che la pazzia buona, quella dei folli che rompono le regole, e che soprattutto non hanno paura di cambiare il mondo sia sempre con te!

Marryadress, Il primo marketplace italiano per COMPRARE e VENDERE abiti da sposa e accessori nuovi o usati.



Social media:
Facebook:   @Marryadress
Instagram:   @marryadress